martedì 10 gennaio 2017

KOENINGSEGG REGERA


Sapete che significa Regera? Regnare. Il marchio svedese Koeningsegg battezza la sua ultima belva con questo nome, quasi fosse un messaggio subliminare. Un bolide dalle linee affascinante e dalle prestazioni da Megacar.




Certo c'è da impallidire ad una visione del genere, specialmente di fronte a tanta bellezza e tecnologia messa insieme. Pensate che l'aereodinamica di questa Regera è completamente basata su un avanzata elettronica di controllo che grazie a motorini elettrici, attuatori idraulici, sensori e flap aereodinamici mettono in atto quella che viene denominata Aereodinamica Attiva, ovvero l'adattarsi dell'automobile alle condizioni di guida richiesta. 



Grazie al suo motore principale e ad altri 3 motori elettrici di cui si avvale, quest'auto riesce ad esprimere una potenza che va oltre i 1500 CV. Proprio per questo prima ho usato il termine Megacar, termine che indica la potenza superiore al Megawatt. Incredibili sono le prestazioni di questo bolide che grazie al suo 8 cilidri biturbo da 5.000 cc è in grado di spingersi oltre i 400 km/h raggiungendoli per altro in meno di 20 secondi. Detto questo credo che altri dati prestazionali siano superflui, del resto il nome "Regera" dice tutto.
Punto di forza e cosa del tutto nuova è la trasmissione. Quello della Regera non è il classico cambio, bensì un'innvovativa trasmissione automatica denominata KDD System che consiste nel trasferimento a presa diretta della motricità al retrotreno. Abbinato a questo sistema funge da frizione tra l'albero motore e i semiassi di trazione un convertitore di coppia, presentando un rendimento meccanico ai massimi livelli riducendo quelli che sono gli attriti interni.


La parte interna di questa belva rispecchia la vena da pura Regnante quale è, ed è caratterizzata dal carbonio che dà quel tocco racing come ogni auto sportiva che si rispetti,  abbinato alla pelle che esprime il lusso da vera regina. 
Koeningsegg Regera ha tutte le carte in regola per poter competere e dominare nel mondo delle Supercar.


La concorrenza è quindi avvisata!

TVR002




Nessun commento:

Posta un commento